Kobayashi Issa

Issa in giapponese significa “una tazza di tè” ed è il nome assunto da Kobayashi Yotaro nel diventare monaco buddista. Nella letteratura giapponese è considerato uno dei massimi poeti di haiku.

NELLA VECCHIAIA

 

Cadono i fiori,

anche la mia vita

ormai declina

A sessant’anni

senza poter danzare

passo la notte.

 

Nel mio eremo,

dal mattino, le rane

piangono la vecchiaia.

 

Nella vecchiaia

anche i fiori di ciliegio

appaiono tristi.

 

Vedendomi vecchio

le zanzare ronzano

attorno alle orecchie.

 

Il berretto

non nasconde

i capelli bianchi.

 

Sotto il freddo cielo,

dove invecchierà

il povero mendicante?

 

Cosa nascosta,

la bocca senza denti:

la felicità.

 

All’ombra dei fiori,

sono insonne;

il futuro mi spaventa.

 

Non ho niente,

la pace del cuore,

rinfrescante.

 

LA MORTE

 

“Preparati a morire”,

insegnano

i fiori di ciliegio.

 

Cade la rugiada,

i passeri cantano

la vita futura.

 

Mi fa capire

il tempo della morte

la fredda pioggia.

 

All’improvviso

appare un lampo:

paura della morte.

 

Canta il cuculo

soltanto per me,

mentre cade la pioggia.

 

“Alla mia morte,

cantami le preghiere,

o cuculo.”

elemento grafico in haiku giapponesi sulla vecchiaia e la morte

VUOI LEGGERE ALTRI HAIKU DI ISSA?

Potresti acquistare

NOTA 

Se ti piace la poesia di Issa puoi leggere anche la selezione di haiku dedicati alla natura e agli animali.

febbraio 20th, 2017|Categories: Haiku|Tags: , , |0 Comments

Leave A Comment

5 + due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.